Uncategorized

Le dimensioni contano?

Dalla notte dei tempi,un interrogativo accomuna gli uomini di tutto il mondo e di tutte le ere (qualche bugiardo che vuole ostentare sicurezza vi dirà di no…mente!) il loro pene e il suo aspetto.

Ho detto”loro”pene,non perchè gli altri non siano oggetto di studio,ma perchè la finalità dell’interesse(almeno se parliamo del mondo etero)è puramente comparativa.

Lunghezze,forme,circonferenze e curvature (si,curvature) sono il cruccio degli uomini e ormai anche delle donne.Si,non ci credereste mai ma nel 2019 e credo ormai da un decennio,il pene è oggetto di discussione anche nel mondo femminile.Probabilmente dobbiamo tale interesse (se è vero che prima non esisteva) a Sex and the City che ha sdoganato la sessualità nel mondo femminile,o molto più semplicemente i tempi cambiano e i sessi diventano sempre più simili anche quando si tratta di argomenti di discussione.

Di certo non è una questione generazionale.L’esperienza personale mi ha portata a considerare che la fascia più soggetta a tale curiosità sia quella che va dai 16 ai 35.Vi stupireste di cosa dicono le donne quando si confidano tra loro.Prima dei 16 è un pò un tabù anche solo averne visto uno,dopo i 35 torna ad esserlo.

Ma torniamo alle misure.

Tutti avremo letto su Google che un pene”nella media”misura tra i 12 e i 16 cm.Lasciatemi dire che poco importa.Certo,20 cm faranno sempre la loro figura,eppure non tutte li apprezzeranno.Ho sentito con le mie orecchie una ex collega di lavoro decantare le non-doti dell’amato perchè “A me non piace grande per una mia conformazione,7/8 cm sono l’ideale”.Alcune amiche per la stessa misura hanno abbandonato relazioni che promettevano bene prima dell’incontro con l’inquilino di sotto…de gustibus!

Se parliamo di curvature le opinioni si dividono.

Qualcuna trova che alcune aiutino a raggiungere proprio il punto giusto,altre proprio non gradiscono.Ricordo un’amica particolarmente turbata da una curvatura..imprevista!

Un punto mette praticamente tutte d’accordo.L’erezione.Decisamente apprezzata.

In anni di racconti e pettegolezzi,la conclusione che ne ho tratto è che ognuna ha i suoi gusti,ma tutte concordano che a prescindere da forme e misure,la conoscenza dei gusti sessuali di lei e la”tecnica”hanno decisamente più importanza sulla valutazione della performance.

Lo scorso anno una cara amica mi raccontò di come avesse totalmente ignorato le dimensioni di lui a”causa”della sua bravura nel sesso orale e…tutto quello che piaceva a lei.Più avanti si accorse che non era particolarmente dotato e rimase stupita di non averlo e notato e di come la cosa non avesse influito sul suo piacere.Una volta notato ormai era talmente coinvolta che diventò del tutto ininfluente (visti anche i risultati).

Quindi forza e coraggio,madre natura potrà non essere stata generosa,ma potete essere abbastanza bravi da renderlo solo un dettaglio!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *