Uncategorized

J.Lo in Versace creò Google Immagini

Era il lontano 2000 e una Jennifer Lopez agli albori della sua ormai storica carriera musicale,lasciò a bocca aperta lo Staples Center di Los Angeles dove si teneva la 43a edizione dei Grammy Award.

L’artista trionfatore della serata fu Santana, che si aggiudicò otto premi eguagliando il record di Michael Jackson.

Eppure non bastarono per passare alla storia,o almeno alla storia del web.

J.Lo quell’anno non vinse nulla,ma il suo corpo statuario e un Versace verde mandorono gli spettatori e conseguentemente il web,in delirio.

Tutti volevano vedere il “Jungle Dress”che sarebbe poi diventato così famoso da avere una pagina su Wikipedia.

https://it.wikipedia.org/wiki/Vestito_verde_Versace_di_Jennifer_Lopez

La piattaforma Google andò in tilt.
Non aveva un modo diretto per dare agli utenti ciò che volevano: J.lo che indossava quell’abito.
Così nacque Google Image Search“ Eric Schmidt

Così Jennifer Lopez e Donatella Versace,grazie allo straordinario successo dello Jungle Dress,diedero alla piattaforma l’imput che portò nel 2001 alla nascita di Google Immagini.

Donatella Versace, in seguito rivelerà che quell’abito ha rappresentato il punto di svolta della sua carriera, affermando che la morbosa attenzione dei media le ha dato la fiducia per credere nel proprio lavoro, dopo la morte di Gianni Versace.

Pink Peach

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *